Perù Bandiera della Perù

Cartina geografica della Perù
  • Nome Paese Perù
  • Fuso Orario -6 rispetto all’Italia
  • Moneta Nuevo Sol (PEN)
  • Lingua Ufficiale Spagnolo
  • Capitale Lima

AGGIORNAMENTO COVID-19

Situazione relativa al 15/10/2020

I confini del paese sono chiusi agli spostamenti internazionali.

Non è richiesta la quarantena a chi giunga nel paese.

In Italia vige il divieto d’ingresso per i viaggiatori in arrivo dal Perù, ad eccezione di cittadini UE e loro familiari che abbiano la residenza in Italia da prima del 9 luglio 2020. Vi si potranno recare solo coloro in possesso di specifiche motivazioni (lavoro, salute o studio, assoluta urgenza, rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza). I viaggi per turismo dunque non sono consentiti.
I passeggeri di ritorno dal Perù dovranno obbligatoriamente dimostrare di essersi sottoposti a test molecolare o antigenico via tampone (con esito negativo) nelle 72 ore precedenti l'ingresso nel territorio nazionale.

I mezzi di trasporto pubblico sono operativi a capacità limitata e nel rispetto del distanziamento sociale.

I bar, i ristoranti, le attività commerciali non essenziali e le attrazioni turistiche hanno riaperto a capacità limitata e rispettano particolari disposizioni sanitarie.

L’utilizzo della mascherina è richiesto in tutti i luoghi pubblici.

Territorio, clima e sicurezza

Posto sul versante occidentale del continente sud-americano, il Perù confina a nord con l’Ecuador e la Colombia, ad est con il Brasile e la Bolivia, a sud con il Cile, per oltre 2.000 km si affaccia ad ovest sull’Oceano Pacifico. Il suo territorio si articola in tre regioni naturali: la costa, la Sierra e la regione Amazzonica. La fascia costiera è arida, alterna tratti sabbiosi ad altri rocciosi, e procede verso l’interno per circa 150 km lungo il litorale. Alle sue spalle si elevano i rilievi andini, raggruppati in una serie di catene divise tra loro da valli e altipiani. La vetta massima del paese è raggiunta a oltre 6.700 mt dall’Huascaràn sulla Cordigliera Occidentale. Sulla Cordigliera Orientale si trova invece il bacino del Lago Titicaca. Nella regione Amazzonica prendono vita i rami sorgentizi del Rio delle Amazzoni, si registra una bassissima densità di popolazione. Il paese è soggetto a fenomeni sismici importanti e occasionalmente anche ad attività vulcaniche.

Il clima del paese si articola in varie tipologie. La fascia costiera è arida, interessata da scarse precipitazioni. Il versante orientale delle Ande è invece molto umido, e le precipitazioni si concentrano specialmente nella regione Amazzonica ricoperta da foresta pluviale e che riporta temperature costanti, oltre i 23°C, durante tutto l’anno. Con l’aumentare dell’altitudine cala la temperatura, oltre i 4.000 mt i valori medi si attestano sotto lo zero.

Si sconsigliano i viaggi nella regione amazzonica a ridosso con il confine colombiano e nelle zone della Valle de los Rios Apurimac, Ene e Mantaro per la presenza di gruppi di narco guerriglieri.

Quali rischi corre la mia salute?

Non ci sono segnalazioni rilevanti.

Vaccinazioni raccomandate

Alcune malattie sono endemiche in determinate aree del paese, portate e diffuse dalle zanzare; per queste patologie non esiste un vaccino. È importante dunque attuare un’attenta prevenzione attraverso profilassi comportamentale.

  • Malaria

Il rischio di trasmissione è presente tutto l'anno nelle aree rurali nelle valli interandine al di sotto dei 2.300 m e nelle regioni inferiori della foresta amazzonica. I distretti a più alto rischio di trasmissione, dove si concentra il più alto numero di casi, si trovano nelle Regioni di: Amazonas, Junin, San Martin, e principalmente Loreto. La chemioprofilassi è indicata per i viaggiatori che si recano nella regione di Loreto.

  • Dengue

Numerosi casi si attestano nella zona Amazzonica.

  • Febbre Oropuche

Numerosi casi nella regione di Cusco, ma anche nel resto del paese. Trasmessa dai moscerini Culicoides Paraensis.

Colera

Si manifestano frequentemente focolai in estate (gennaio/marzo) nelle zone periferiche delle città dove si riscontrano precarie condizioni igieniche.

Febbre Gialla

Le autorità sanitarie peruviane raccomandano la vaccinazione a tutti i viaggiatori di età superiore a 9 mesi diretti verso le seguenti aree, site al di sopra dei 2.300 m.: l'intera Regione dell'Amazzonia, Ayacucho, Cajamarca, Loreto, Madre de Dios, San Martin, Ucayali, Puno, Cuzco, Junín, Pasco e Huánuco.

Vaccinazioni del buon viaggiatore

Le vaccinazioni riportate di seguito sono fortemente raccomandate: queste malattie possono essere contratte in tutto il mondo. Il parere degli esperti è quello di proteggere sé stessi e chi viaggia insieme a noi sottoponendosi al relativo ciclo vaccinale per viaggiare in sicurezza riducendo al minimo le probabilità di esporsi al contagio.

Per essere un buon viaggiatore verifica la tua copertura immunologica. Tieni sempre monitorati i nostri Alert Sanitari per avere tutte le info più aggiornate sul paese che stai per visitare.

Consigli sanitari

  • Pratica con sufficiente anticipo le vaccinazioni raccomandate.
  • Verifica di avere i farmaci di base nella tua valigia. Controlla i nostri consigli su la Farmacia del viaggiatore.
  • In viaggio prediligi il consumo di alimenti cotti e di acqua o bibite da bottiglie sigillate. Il rischio di contrarre malattie trasmissibili con il cibo (come Epatite A o Salmonellosi) è sempre presente ovunque, ma adottare un atteggiamento più prudente lontano da casa è sempre consigliabile.
  • Per evitare infezioni intestinali si raccomanda cautela in materia alimentare: non utilizzare ghiaccio nelle bevande; non consumare cibo che non offra sufficienti garanzie igieniche, anche se cotto, vedi street food; sbucciare frutta e verdura.
  • A prescindere dal paese, in caso di rapporti sessuali occasionali vanno sempre utilizzate le dovute precauzioni. Le probabilità di contrarre malattie come HIV o AIDS, Sifilide, Gonorrea o Epatiti B, C o D, o di trasmettere un’infezione, sono notevolmente ridotte dall’utilizzo del preservativo, considerato il dispositivo medico più efficace.
  • Evita le punture di insetti, utilizza gli appositi repellenti.
  • Non trascurare le problematiche collegate all’altitudine.
  • Evita il contatto con animali selvatici o randagi.

Altro

Il livello delle strutture mediche pubbliche è carente, i centri privati hanno uno standard qualitativo decisamente migliore ma i costi delle prestazioni sono molto elevati. Si raccomanda pertanto ai viaggiatori di stipulare un’assicurazione sanitaria prima del viaggio, che preveda oltre alla copertura delle spese mediche anche l’eventuale rimpatrio aereo o il trasferimento in un altro Paese.

Leggi alcune notizie riguardanti la tua prossima meta

Consulenza pre-viaggio

Vedi altre schede che potrebbero interessarti

Progettazione e realizzazione del sito a cura di TECNASOFT