Epatite B

L’Epatite B è una malattia infettiva di origine virale, causata dal virus (HBV), appartenente alla famiglia delle Hepadnaviridae.

E’ una malattia a trasmissione sia parenterale, cioè attraverso trasfusioni di sangue o emoderivati contaminati dal virus, o attraverso tagli, punture con aghi o strumenti contaminati; sia sessuale; sia perinatale, cioè a trasmissione verticale da madre infetta a figlio; che a trasmissione parenterale inapparente, ovvero attraverso oggetti contaminati che entrano in contatto con minime lesioni della cute o delle mucose, come rasoi, forbici, spazzolini contaminati.

L’infezione da Epatite B è endemica in tutto il mondo.

L’OMS stima che globalmente un totale di 257 milioni siano affetti dall’Epatite B.

Consulta la scheda vaccino

SINTOMI

Generalmente, il periodo di incubazione dell’Epatite B varia da 30 a 180 giorni (tra i 70-90 giorni).

Nella fase acuta, l’infezione è solitamente asintomatica.

Al contrario, durante l’evoluzione della malattia, i sintomi si manifestano inizialmente con febbre, disturbi addominali e intestinali, nausea, vomito e ittero.

Nel 5-10% dei casi, l’infezione cronicizza. Il rischio di cronicizzazione è inversamente proporzionale con l’età di acquisizione dell’infezione; i neonati infettati di Epatite B dopo la nascita cronicizzano 9 volte su 10. Il 20% di chi cronicizza può sviluppare cirrosi epatica entro i 5 anni, con un altissimo rischio di esito in epatocarcinoma.


DIAGNOSI

La diagnosi viene confermata dopo un esame per la ricerca specifica su un campione ematico.


TRATTAMENTO

Ad oggi non esiste un trattamento specifico per la cura dell’Epatite B in fase acuta.

E’ fondamentale un attento monitoraggio dei segni e sintomi dell’infezione.

L’Epatite B in fase cronica può essere trattata con farmaci antivirali ed immunostimolanti, con

l’intenzione di ridurre il progredire dell’infezione.

Di assoluta importanza il cambiamento di alcuni stili di vita.


PREVENZIONI

La prevenzione alla trasmissione dell’Epatite B inizia da una meticolosa attenzione ad alcuni comportamenti, come all’uso di dispositivi di protezione meccanica durante il rapporto sessuale, o evitare di condividere e usare siringhe e aghi contaminati.

L’unica arma sicura ed efficace per contrastare la diffusione del virus è rappresentata dal vaccino per l'Epatite B, somministrato in maniera preventiva.

Fonte: https://www.epicentro.iss.it/epatite/epatite-b

https://www.cdc.gov/hepatitis/hbv/index.htm

Trovi questo articolo interessante? Condividilo sui social
Progettazione e sviluppo a cura di TECNASOFT