Medical Travel Policy

Medical Travel Policy

La protezione dei lavoratori all’estero è il tema centrale di questo servizio, l’obbligo di approfondire la valutazione dei rischi presenti nei vari paesi del mondo tenendo in considerazione quanto riportato sui siti governativi ufficiali ricade sul Datore di Lavoro dell’azienda, ma non basta affidarsi esclusivamente alle informazioni in essi riportate.

L’analisi deve valutare le problematiche sanitarie endemiche, il livello delle strutture mediche locali e la facilità di accesso, il quadro deve tenere in considerazione ovviamente le mansioni che saranno svolte dal singolo dipendente in relazione all’ambiente in cui opererà correlato al suo stato clinico pre partenza.

La Commissione per gli Interpelli, con l’interpello n. 11/2016, “ritiene che il datore di lavoro debba valutare tutti i rischi compresi i potenziali e peculiari rischi ambientali legati alle caratteristiche del Paese in cui la prestazione lavorativa dovrà essere svolta, quali a titolo esemplificativo, i cosiddetti rischi generici aggravati, legati alla situazione geopolitica del Paese (es. guerre civili, attentati, ecc.) e alle condizioni sanitarie del contesto geografico di riferimento non considerati astrattamente, ma che abbiano la ragionevole e concreta possibilità di manifestarsi in correlazione all’attività lavorativa svolta.”

Come previsto dall’articolo 279 del D. Lgs. 81/08 - Prevenzione e controllo, nel punto 2 viene riportata la possibilità di adottare misure protettive particolari per quei lavoratori per i quali si richiedono misure speciali di protezione, fra le quali: la messa a disposizione di vaccini efficaci per quei lavoratori che non sono già immuni all'agente biologico presente nella lavorazione.

Grazie al nostro team di specialisti esperti nella Business Travel Medicine, l’azienda avrà il giusto affiancamento per individuare e mappare i rischi connessi alla trasferta con conseguente aggiornamento del Documento di Valutazione dei Rischi.

Insieme al Medico Competente saranno creati dei protocolli sanitari ad hoc per i viaggi all’estero, che potranno prevedere per esempio:

  • degli accertamenti medici aggiuntivi rispetto a quelli previsti dal piano di Sorveglianza Sanitaria, legati alle condizioni ambientali particolari della destinazione del viaggio di lavoro;
  • una consulenza medica pre-viaggio fra lo specialista di Ambimed e il dipendente;
  • la prescrizione di una profilassi farmacologica anti malarica in caso esista sia il rischio di esposizione alla malattia;
  • la programmazione di un piano vaccinale integrativo prima della partenza, focalizzato sulle malattie endemiche del paese della trasferta, sulla base della stagionalità e del periodo di permanenza;
  • ulteriori accertamenti medici per la verifica dello stato di salute al rientro a casa.

La responsabilità legale e morale di un’azienda di prendersi cura dei propri dipendenti, in viaggio o trasferta, è nota come "duty of care" (dovere di diligenza). Qualsiasi entità aziendale è tenuta a dimostrare di aver adempiuto adeguatamente al proprio Duty of care nel caso in cui si verifichi un incidente in fase di viaggio/trasferta.

> scopri tutti i servizi per la tua Business Travel Medicine

La tua sicurezza e la tua salute sono al centro del nostro impegno.
Hai bisogno di chiarimenti? Chiama il tuo assistente dedicato.
02 87399117
Lasciaci i tuoi dati, ti ricontattiamo noi.

Di seguito i nostri articoli più recenti su questo tema

Le aziende che ci hanno scelto come partner per la Medicina dei Viaggi

Progettazione e sviluppo a cura di TECNASOFT