Afghanistan: cosa sta succedendo?

Data pubblicazione: 30/08/2021
Categoria: Alert sanitari - Autore: Staff Ambimed

Afghanistan: cosa sta succedendo?

Afghanistan - Sicurezza

Dal sito ViaggiareSicuri si legge: “Si assiste a un rapido e grave deterioramento della situazione di sicurezza in tutto il Paese, inclusa la capitale. Possono registrarsi improvvise sospensioni del traffico aereo commerciale da/per l’aeroporto civile di Kabul. Le normali attività dell’Ambasciata d’Italia a Kabul sono temporaneamente sospese e non è possibile, pertanto, assicurare adeguata assistenza consolare. Si ricorda che sono sconsigliati viaggi a qualsiasi titolo in Afghanistan. In ragione della fluidità del contesto securitario, alcune Sezioni della Scheda Paese Afghanistan non sono da considerarsi attuali. Verranno forniti aggiornamenti non appena ciò sarà materialmente possibile.”
 

Il ritorno dei talebani in Afghanistan

Dopo 20 anni di guerra, i talebani hanno ripreso il controllo dell’Afghanistan. Il gruppo armato ha completato la sua rapida avanzata in tutto il paese assumendo il controllo della capitale Kabul il 15 agosto, 2021.

Il colpo è avvenuto dopo che le forze internazionali hanno annunciato il loro ritiro, due decenni dopo che le forze statunitensi hanno rimosso i militanti dal potere nel 2001.

Da oltre due decadi, il conflitto ha ucciso decine di migliaia di persone. Una ricerca della Brown University stima le perdite nelle forze di sicurezza afghane a 69.000, mentre il numero di civili e militanti uccisi si stima essere circa 51.000 ciascuno. Dal 2001 sono morti più di 3.500 soldati della coalizione, circa due terzi dei quali americani. Più di 20.000 soldati statunitensi sono rimasti feriti.

La crisi ha generato milioni di sfollati. Secondo le Nazioni Unite, l'Afghanistan ha la terza popolazione sfollata al mondo. Dal 2012, circa cinque milioni di persone sono fuggite e non hanno potuto tornare a casa, sfollate all’interno dell’Afghanistan o rifugiatesi nei paesi confinanti, specialmente Pakistan.
 

 

Cosa succederà ora?

Non è ancora chiaro il piano di governo dei talebani.

Le donne affrontano un futuro incerto. Il portavoce dei talebani Suhail Shaheen afferma che il gruppo rispetterà i diritti delle donne e delle minoranze "secondo le norme afghane e i valori islamici". Ma gli esperti e attivisti sostengono che ci sono reali timori per la libertà delle donne di studiare, lavorare, di autodeterminarsi o anche di uscire da casa da sole, sotto il dominio dei talebani.

Un altro grande timore è che il Paese torni ad essere un campo di addestramento per il terrorismo. Nonostante i portavoce talebani rassicurano sul fatto che impediranno a qualsiasi gruppo di utilizzare il Paese come base per attacchi terroristici contro l’Occidente, gli analisti affermano che i talebani e al-Qaeda sono inseparabili, con i combattenti di quest'ultima fortemente radicati e impegnati in attività di addestramento. A questo proposito è importante ricordare che i talebani non sono una forza centralizzata e unificata: alcuni leader potrebbero realmente voler mantenere un profilo basso con l’Occidente, ma altri sostenitori più radicali potrebbero essere riluttanti a rompere i legami con al-Qaeda.

Fonte: BBC
 

Afghanistan, key-facts:

L'Afghanistan è un paese montuoso senza sbocco sul mare al confine tra l'Asia meridionale e centrale. Confina con sei paesi: il Pakistan a sud e ad est, l'Iran a ovest, il Turkmenistan, l'Uzbekistan e il Tagikistan a nord e la Cina all'estremo nord-est. La popolazione totale dell'Afghanistan è di circa 38 milioni, con il 42% della popolazione di età inferiore ai 15 anni (World Bank, 2019). Kabul è la capitale e la città più grande dell'Afghanistan con circa 4,4 milioni di persone. I principali gruppi etnici sono pashtun, tagiki, uzbeki e hazara. Le lingue ufficiali sono pashtu e dari.

 

Trovi questo articolo interessante? Condividilo sui social
Progettazione e sviluppo a cura di TECNASOFT