L'undicesima epidemia Ebola nella Repubblica Democratica del Congo

Data pubblicazione: 05/06/2020
Categoria: Alert sanitari - Autore: Staff Ambimed

L

 

Il 1 ° giugno, la Repubblica Democratica del Congo (RDC) ha dichiarato il suo undicesimo focolaio di Ebola da quando sono iniziate le registrazioni, a seguito della rivelazione di nuovi casi di Ebola nella provincia di Equateur, nella parte nord-occidentale della RDC.
A meno di due anni dall'ultima epidemia della malattia si è conclusa nella provincia di Equateur - e mentre il paese è in attesa di dichiarare ufficialmente la fine della decima epidemia ocorsa nelle province del Nord Kivu e Ituri, le autorità hanno segnalato più di una dozzina di persone con diagnosi di Ebola nella città di Mbandaka, nella provincia equatoriale della RDC. 

 

In un periodo in cui il mondo intero è devastato dalla pandemia Covid-19, la RDC ha riportato quasi 3.200 casi, di cui 72 decessi. Paese reduce da una lotta contro il focolaio occidentale Ebola dal 2018, che ha causato la morte di oltre 2.240 persone, la RDC sta combattendo anche contro l'aumento dei casi di morbillo.

L' Ebola, nota come febbre emorragica, è una malattia ad alta contagiosità trasmessa dal virus Ebola.
La sua scoperta risale al 1976 accanto al fiume Ebola, nella Repubblica Democratica del Congo (RDC).
La più grande epidemia documentata risale al 2013 nell’Africa Occidentale, terminata nel 2016 dopo aver coinvolto un totale di 28.652 casi e 11.325 decessi in dieci Paesi (Liberia, GuineaSierra LeoneMaliNigeria, SenegalSpagnaRegno UnitoItalia e Stati Uniti d’America).

Fonte: Reliefweb

Trovi questo articolo interessante? Condividilo sui social
Progettazione e sviluppo a cura di TECNASOFT