Redazionale

Caso di poliovirus (cVDPV2) in Sudan

Data pubblicazione: 20/01/2023
Categoria: Alert sanitari - Autore: Staff Ambimed

Caso di poliovirus (cVDPV2) in Sudan

Il 18 dicembre 2022, un caso confermato di poliovirus circolante di tipo 2 derivato da vaccino (cVDPV2) è stato notificato all'OMS dal Focal Point Nazionale del Sudan. Il caso è stato riscontrato in un bambino di 48 mesi con paralisi flaccida acuta nella regione del Darfur, nel Sudan occidentale. Il bambino ha manifestato i sintomi il 31 ottobre e la conferma biologica è arrivata il 16 dicembre. L'isolato biologico suggerisce che il virus è stato importato dalla Nigeria e non è correlato al poliovirus precedentemente circolante in Sudan.

Nel 2020 infatti il Sudan è stato colpito da un'epidemia di cVDPV2 importato dal Ciad, causando la paralisi in 58 bambini. Ad agosto 2022 è stata dichiarata la fine dell'epidemia.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda a tutti i viaggiatori il completamento del percorso vaccinale contro la poliomielite.

La poliomielite

La poliomielite è una malattia virale altamente infettiva che colpisce per la maggior parte i bambini di età inferiore ai cinque anni. Il virus si trasmette da persona a persona, si diffonde principalmente per via oro-fecale e si moltiplica nell'intestino, da dove può invadere il sistema nervoso e causare paralisi.

La poliomielite, oltre ad altri interventi di salute pubblica, può essere prevenuta con l'immunizzazione. In Italia, il vaccino antipolio è un vaccino inattivato (ottenuto con virus uccisi) che si somministra per via intramuscolare, previsto obbligatoriamente nel piano di vaccinazione nazionale.

Fonte:

Ministero della Salute 0001422-16/01/2023-DGPRE-DGPRE-P

Trovi questo articolo interessante? Condividilo sui social
Progettazione e sviluppo a cura di TECNASOFT