I casi di epatite nei bambini che preoccupano i medici

Data pubblicazione: 26/04/2022
Categoria: Ultime notizie - Autore: Staff Ambimed

I casi di epatite nei bambini che preoccupano i medici

Le autorità sanitarie di tutto il mondo, comprese quelle italiane, stanno indagando su un misterioso aumento di casi di epatite grave riscontrata nei bambini al di sotto dei 10 anni di età.

Cos’è successo?

Ad oggi sono stati identificati più di 130 casi di epatite grave, la maggior parte dei quali in Gran Bretagna che ha segnalato 108 casi da gennaio. Anche altri paesi, tra cui Stati Uniti, Israele, Danimarca, Irlanda, Paesi Bassi, Spagna e Italia hanno segnalato dei casi.

Perché ci preoccupa?

La segnalazione di casi di epatite pediatrica lieve non è sconosciuta, ma l’allarme è iniziato dai casi identificati in Scozia il 6 aprile, dove i bambini colpiti presentavano un quadro clinico grave, fino a presentare deficit d’organo e con alcuni che hanno necessitato di un trapianto di fegato.

Inoltre, non è stato ancora identificato l’agente eziologico. Generalmente, i virus che causano le epatiti sono il sierotipo A, B, C, D ed E. In questi casi, nessuno dei sierotipi conosciuti era responsabile delle infezioni.

"Si tratta ancora di un numero molto basso di casi, ma sono bambini, questa è la preoccupazione principale, e l'altra cosa è la gravità", ha affermato Maria Buti, Professoressa di epatologia e titolare dell'Associazione europea di studio del fegato, che ha seguito l'epidemia da vicino con il Centro europeo per il controllo delle malattie (ECDC).

Quale potrebbe essere la causa?

La teoria principale è l'infezione virale, probabilmente con un adenovirus, una famiglia comune di virus che può causare il comune raffreddore, tra le altre condizioni. Un tipo di adenovirus provoca comunemente gastroenterite acuta e sono stati segnalati casi di epatite in bambini immunocompromessi, ma finora mai in bambini sani.

Il direttore di Public Health Scotland, Jim McMenamin, ha affermato che sono in corso studi per stabilire se l'adenovirus coinvolto sia mutato per causare malattie più gravi.

Non è esclusa nemmeno l’ipotesi di un nuovo agente patogeno, oppure l'esposizione a una tossina, ma la diffusione geografica dei casi ha suggerito che l'infezione fosse una spiegazione più probabile, hanno affermato gli scienziati.

Qualsiasi collegamento con i vaccini COVID-19 è stato escluso, poiché i bambini in Gran Bretagna, dove è stata trovata la maggior parte dei casi, non erano vaccinati. Altri scienziati hanno affermato che l'immunità ridotta a causa della ridotta mescolanza sociale durante la pandemia potrebbe essere una spiegazione.

Cosa consigliano le autorità sanitarie pubbliche?

Gli avvisi di salute pubblica negli Stati Uniti e in Europa hanno chiesto ai medici di prestare attenzione alla condizione e di testare i bambini per l'adenovirus se sospettano l'epatite. I sintomi includono urine scure, ingiallimento degli occhi e della pelle (ittero), malessere, affaticamento, febbre, perdita di appetito, nausea, vomito, dolore addominale, feci chiare, dolori articolari.

Non esiste un trattamento specifico per l'epatite, ma i farmaci come gli steroidi possono aiutare per trattare i sintomi.

Per prevenire un'ulteriore diffusione, l'Agenzia per la sicurezza sanitaria britannica ha sollecitato il lavaggio delle mani e una "buona igiene respiratoria completa".

Fonte: Reuters

Trovi questo articolo interessante? Condividilo sui social
Progettazione e sviluppo a cura di TECNASOFT