Il vaccino Pfizer/Biontech è risultato efficace anche contro il coronavirus mutato

Data pubblicazione: 08/01/2021
Categoria: Covid-19 - Autore: Staff Ambimed

Il vaccino Pfizer/Biontech è risultato efficace anche contro il coronavirus mutato

Il vaccino Covid-19 sviluppato da BioNTech e Pfizer ha dimostrato di funzionare anche contro una delle mutazioni più preoccupanti, nelle varianti altamente trasmissibili del coronavirus, scoperte nel Regno Unito e in Sud Africa.
I ricercatori della Pfizer e dell'Università del Texas hanno scoperto che il vaccino può neutralizzare un virus progettato ad hoc, contenente la mutazione N501Y, quella che aveva preoccupato gli scienziati, poiché riguarda la proteina spike, che il virus utilizza per invadere le cellule umane.
Gli scienziati hanno testato il virus ingegnerizzato contro gli anticorpi di 20 partecipanti allo studio che erano stati vaccinati. Gli anticorpi sono stati in grado di neutralizzare il virus con la stessa efficacia della precedente variante di coronavirus. Tuttavia, gli autori hanno avvertito che lo studio - che è stato pubblicato online ma non ancora sottoposto a peer review - non è la prova che il vaccino funzioni contro tutte le mutazioni. È importante sottolineare che il vaccino non è stato ancora testato contro un'altra mutazione sempre della proteina spike nella variante sudafricana, che un gruppo di scienziati ha avvertito all'inizio di questa settimana potrebbe rendere alcuni vaccini meno efficaci.
Pei-Yong Shi, professore di biologia molecolare presso l'Università del Texas, ha dichiarato al Financial Times che il risultato è stato "una grande notizia", aggiungendo che i test del vaccino contro le altre mutazioni continueranno. "Dobbiamo monitorare il tipo di nuovo cambiamenti nel virus e assicurarsi che rimangano fortemente inibiti dal vaccino o dagli anticorpi terapeutici ", ha affermato. "Ma se questi studi dovessero indicare che il vaccino sta perdendo la sua attività contro il nuovo ceppo, allora è immediatamente importante considerare di cambiare la sequenza."  I produttori di vaccini sono ansiosi di testare i loro colpi contro le nuove varianti il più rapidamente possibile.
Il signor Shi ha aggiunto che si aspettava risultati "molto simili" per il vaccino Moderna. I vaccini BioNTech / Pfizer e Moderna sono entrambi basati sulla tecnologia RNA messaggero, che potrebbe essere adattata per far fronte alle nuove varianti di coronavirus più rapidamente rispetto ad altre forme di vaccini. Esperti indipendenti hanno accolto con cautela lo studio. "Questa è una buona notizia, soprattutto perché non è una cattiva notizia", ha detto Stephen Evans, professore di farmacoepidemiologia presso la London School of Hygiene & Tropical Medicine. "Se fosse stato trovato il risultato opposto, il vaccino non sembrava avere efficacia contro la variazione del virus studiata, sarebbe stata molto preoccupante", ha aggiunto.
Eleanor Riley, professore di immunologia presso l'Università di Edimburgo, ha dichiarato: “Fin qui tutto bene. Ci saranno altre nuove mutazioni e dovremo monitorare attentamente la situazione ripetendo questo tipo di studio sulle nuove varianti man mano che si presentano. Potrebbe essere necessario modificare il vaccino nel corso del tempo."

Fonte: Financial Times

Trovi questo articolo interessante? Condividilo sui social
Progettazione e sviluppo a cura di TECNASOFT