La situazione della pandemia Covid-19

Data pubblicazione: 26/07/2021
Categoria: Covid-19 - Autore: Staff Ambimed

La situazione della pandemia Covid-19

Il numero globale di nuovi casi segnalati durante la settimana del 12 luglio 2021 è stato di quasi 3.4 milioni, un aumento del 12% rispetto alla settimana precedente (Figura 1).

Casi di Covid al 18 Luglio 2021

Dopo un calo costante per nove settimane consecutive, il numero di decessi settimanali è aumentato del 3% la settimana dell’11 luglio, rispetto alla settimana precedente, con oltre 55.000 decessi segnalati.  Il numero cumulativo di casi segnalati a livello globale è ora superiore a 186 milioni e il numero di decessi supera i 4 milioni.

Questa settimana tutte le Regioni ad eccezione delle Americhe hanno registrato un aumento di incidenza. La Regione del Mediterraneo Orientale ha registrato il maggiore aumento di incidenza (25%) seguita dalla Regione Europea con un aumento del 20% rispetto alla settimana precedente (Figura 1). La regione africana ha avuto il più piccolo aumento percentuale di incidenza con un aumento del 5%. Tuttavia, la regione ha registrato un aumento del 50% del numero di decessi rispetto alla settimana precedente. Anche la regione del sud-est asiatico ha registrato un aumento significativo del numero di decessi, registrando un aumento del 26% rispetto alla settimana precedente, soprattutto nello stato indonesiano. La Regione delle Americhe ha riportato un calo del 3% dell'incidenza e una diminuzione dell'11% del numero di decessi segnalati la scorsa settimana. Il numero più alto di nuovi casi è stato segnalato dal Brasile (333 030 nuovi casi; diminuzione del 9%), India (291 789 nuovi casi; diminuzione del 7%), Indonesia (243 119 nuovi casi; aumento del 44%), Regno Unito (210 277 nuovi casi; aumento del 30%) e Colombia (174 320 nuovi casi; diminuzione del 15%). Nella settimana di cui sono stati analizzati i dati approfonditamente, il numero più alto di nuovi casi ogni 100.000 abitanti è stato segnalato dalle Isole Vergini britanniche (2497 nuovi casi ogni 100.000 abitanti), Seychelles (763 nuovi casi ogni 100.000 abitanti), Cipro (673 nuovi casi ogni 100.000 abitanti). pop), Jersey (628 nuovi casi ogni 100.000 pop), Fiji (490 nuovi casi ogni 100.000 pop) e in Indonesia.

A livello globale, sono stati segnalati casi della variante Alpha in 178 paesi o aree (6 nuovi paesi nell'ultima settimana), mentre 123 paesi (tre nuovi paesi) hanno riportato casi della variante Beta; 75 paesi (tre nuovi paesi) hanno segnalato casi della variante Gamma; 111 paesi (15 nuovi paesi) hanno segnalato casi della variante Delta.

Fig.2 Casi COVID-19 per 100.000 abitanti (5-11 luglio 2021)

Casi Covid-19 per 100mila abitanti

Fig.3 Decessi COVID-19 per 100.000 abitanti (5-11 luglio 2021)

Decessi Covid-19 per 100mila abitanti

La pandemia di COVID-19 continua ad evolversi, così come la nostra comprensione del virus SARS-CoV-2 e la risposta necessaria per controllare la diffusione e l'impatto del virus. Nella più recente valutazione del rischio dell'OMS, condotta il 9 luglio 2021, il rischio globale per la salute pubblica rimane molto elevato.

Le quattro varianti caratterizzate fino ad oggi (Alpha; Beta; Gamma, Delta) hanno dimostrato una maggiore trasmissibilità. La variante Delta è stata ora rilevata in almeno 111 paesi in tutte e sei le regioni dell'OMS negli ultimi due mesi e ha mostrato una trasmissibilità maggiore rispetto ad altri COV identificati fino ad oggi. La maggiore trasmissibilità significa che è probabile che diventi la variante dominante a livello globale nei prossimi mesi.

L'emergere di varianti più trasmissibili, insieme all'allentamento e all'uso inappropriato delle misure sanitarie e sociali e all'aumento della mobilità e della miscelazione sociale, e la bassa copertura vaccinale in molti paesi, continuano a contribuire a rapidi aumenti di incidenza, ospedalizzazioni e morti in molti paesi. Inoltre, in gran parte del mondo, permangono lacune nella sorveglianza epidemiologica, nei test e nel sequenziamento genomico, e questo limita la nostra capacità di monitorare e valutare l'impatto delle varianti attuali e future in modo tempestivo.

Mentre quasi un quarto (24,7%) della popolazione mondiale ha ricevuto almeno una dose di vaccino contro il COVID-19 (oltre tre miliardi di dosi somministrate), esistono grandi disparità nella distribuzione e somministrazione del vaccino con la maggior parte dei vaccini somministrati in un piccolo numero di paesi ad alto e medio reddito. L'ampiezza e la qualità delle prove dell'efficacia degli attuali vaccini contro le varianti emergenti rimane limitata; tuttavia, le prove disponibili suggeriscono che la vaccinazione completa offre alti livelli di protezione contro malattie gravi e morte per tutti e quattro i COV.

Aggiornamento su SARS-CoV-2 Varianti di interesse e Varianti di preoccupazione

L'OMS, in collaborazione con autorità nazionali, istituzioni e ricercatori, valuta regolarmente se le varianti di SARS-CoV-2 alterano la trasmissione o le caratteristiche della malattia o influenzano il vaccino, le terapie, la diagnostica o l'efficacia delle misure sanitarie e sociali applicate dalle autorità nazionali per controllare la diffusione della malattia. I "segnali" di potenziali Varianti di preoccupazione (VOC) o Varianti di interesse (VOI) vengono rilevati e valutati in base al rischio posto per la salute pubblica globale. Ad oggi, in tutte le regioni dell'OMS viene segnalato un aumento complessivo dei casi di COVID-19 a causa della variante Delta. A partire dal 13 luglio, almeno 111 paesi, territori e aree hanno segnalato il rilevamento della variante Delta e si prevede che questo continuerà ad aumentare, diventando la variante dominante a livello globale nei prossimi mesi. È probabile che la maggiore trasmissibilità associata alla variante Delta determini un aumento sostanziale dell'incidenza dei casi e una maggiore pressione sui sistemi sanitari, in particolare in contesti di bassa copertura vaccinale.

Fig.4 Distribuzione globale delle varianti al 13 luglio 2021

Distribuzione varianti Covid al 13 luglio 2021

 

La panoramica globale

Regione africana

L'incidenza settimanale dei casi e dei decessi continuano ad aumentare rispettivamente nelle ultime nove settimane consecutive. La Regione Africana ha riportato oltre 213.000 nuovi casi e oltre 5000 nuovi decessi, un aumento rispettivamente del 5% e del 50% rispetto alla settimana precedente. Nell'ultima settimana, il 62% di tutti i nuovi casi e il 53% di tutti i nuovi decessi sono stati segnalati dal Sudafrica. Il numero più elevato di nuovi casi è stato segnalato dal Sudafrica (132 986 nuovi casi; 224,2 nuovi casi ogni 100.000 abitanti), Zimbabwe (13 188 nuovi casi; 88,7 nuovi casi ogni 100.000; un 72% aumento) e Zambia (12 302 nuovi casi; 66,9 nuovi casi ogni 100.000; una diminuzione del 25%).

Il numero più alto di nuovi decessi è stato segnalato in Sudafrica (2631 nuovi decessi; 4,4 nuovi decessi ogni 100.000 abitanti; un aumento del 52%), Uganda (897 nuovi decessi; 2,0 nuovi decessi ogni 100.000; un aumento del 176%) e Zambia (378 nuovi decessi; 2,1 nuovi decessi ogni 100.000; una diminuzione del 12%).

Casi Covid nelle regioni africane

 

Regione delle Americhe

La Regione delle Americhe ha riportato oltre 962 000 nuovi casi e oltre 23 000 nuovi decessi, rispettivamente del 3% e dell'11% rispetto alla settimana precedente. Nel complesso, i casi continuano a diminuire nella regione, tuttavia, sono stati segnalati grandi aumenti dell'incidenza dei casi in piccole isole come le Isole Vergini britanniche, la Martinica, le Barbados e le Isole Turks e Caicos. Il numero più elevato di nuovi casi è stato segnalato dal Brasile (333 030 nuovi casi; 156,7 nuovi casi ogni 100.000; una diminuzione del 9%), Colombia (174 320 nuovi casi; 342,6 nuovi casi ogni 100.000; una diminuzione del 15%) e gli Stati Uniti d'America (128 482 nuovi casi; 38,8 nuovi casi ogni 100.000; un aumento del 38%).

Il numero più alto di nuovi decessi è stato segnalato dal Brasile (9736 nuovi decessi; 4,6 nuovi decessi ogni 100.000; una diminuzione del 10%), Colombia (4008 nuovi decessi; 7,9 nuovi decessi ogni 100.000; una diminuzione del 9%) e Argentina ( 2849 nuovi decessi; 6,3 nuovi decessi ogni 100.000; una diminuzione del 16%).

Casi Covid nelle regioni dell'America

Regione Europea

I casi nella regione europea sono aumentati costantemente nell'ultimo mese e questa settimana la regione ha segnalato oltre 653 000 nuovi casi, un aumento del 20% rispetto alla settimana precedente. Il numero di nuovi decessi segnalati a livello regionale questa settimana è stato simile a quello della settimana precedente. Il maggior numero di nuovi casi è stato segnalato dal Regno Unito (210 277 nuovi casi; 309,8 nuovi casi ogni 100.000; un aumento del 30%), Federazione Russa (172.392 nuovi casi; 118,1 nuovi casi ogni 100.000; un aumento dell'8% ) e Spagna (52.824 nuovi casi; 111,6 nuovi casi ogni 100.000; una diminuzione del 19%).

Il numero più alto di nuovi decessi è stato segnalato dalla Federazione Russa (5077 nuovi decessi; 3,5 nuovi decessi ogni 100.000; un aumento del 9%), Turchia (318 nuovi decessi; 0,4 nuovi decessi ogni 100.000; una diminuzione del 9%) e Germania (201 nuovi decessi; 0,2 nuovi decessi ogni 100.000; una diminuzione del 27%).

Casi Covid nelle regione europee

Regione del Mediterraneo orientale

La regione del Mediterraneo orientale ha riportato poco meno di 307 000 nuovi casi e oltre 3700 nuovi decessi, con un aumento rispettivamente del 25% e del 7% rispetto alla settimana precedente. Questa è la quarta settimana consecutiva di aumento dei casi segnalati nella regione. Il numero più elevato di nuovi casi è stato segnalato dalla Repubblica islamica dell'Iran (114 749 nuovi casi; 136,6 nuovi casi ogni 100.000; un aumento del 38%), Iraq (56.535 nuovi casi; 140,6 nuovi casi ogni 100.000) e Tunisia (52 076 nuovi casi; 440,6 nuovi casi ogni 100.000; aumento del 47%).

Il numero più alto di nuovi decessi è stato segnalato dalla Repubblica islamica dell'Iran (1067 nuovi decessi; 1,3 nuovi decessi ogni 100.000; un aumento del 16%), Tunisia (983 nuovi decessi; 8,3 nuovi decessi ogni 100.000; un aumento del 44%) , e Afghanistan (525 nuovi decessi; 1,3 nuovi decessi ogni 100.000; una diminuzione del 4%).

Casi Covid nell'est mediterraneo europeo

Regione del sud-est asiatico

Sebbene le tendenze nell'incidenza di nuovi casi nella regione del sud-est asiatico siano a livelli molto più bassi rispetto ai picchi più alti della regione all'inizio di maggio, la regione sta segnalando un'altra recrudescenza dei casi con oltre 712.000 nuovi casi segnalati questa settimana, un aumento del 16% rispetto alla settimana precedente.  Il numero più alto di nuovi casi è stato segnalato dall'India (291 789 nuovi casi; 21,1 nuovi casi ogni 100.000; una diminuzione del 7%), Indonesia (243 119 nuovi casi; 88,9 nuovi casi ogni 100.000; un aumento del 44%) e Bangladesh (76 272 nuovi casi; 46,3 nuovi casi ogni 100.000; un aumento del 35%). Più preoccupante è il numero di nuovi decessi: la scorsa settimana ha visto oltre 14 000 nuovi decessi, un aumento del 26% rispetto alla settimana precedente.

Il numero più alto di nuovi decessi è stato segnalato dall'India (6035 nuovi decessi; 0,4 nuovi decessi ogni 100.000; una diminuzione del 4%), dall'Indonesia (5882 nuovi decessi; 2,2 nuovi decessi ogni 100.000; un aumento del 71%) e dal Bangladesh ( 1354 nuovi decessi; 0,8 nuovi decessi ogni 100.000; un aumento del 52%).

Casi di covid nel sud-est asiatico

Regione del Pacifico occidentale

La regione del Pacifico occidentale ha riportato tendenze in aumento nell'incidenza dei casi nelle ultime tre settimane, sebbene i decessi rimangano relativamente stabili. Questa settimana sono stati segnalati oltre 147.000 nuovi casi e oltre 1.800 nuovi decessi, rispettivamente un aumento del 15% e una diminuzione del 3% rispetto alla settimana precedente. Il numero più alto di nuovi casi è stato segnalato dalla Malesia (54 584 nuovi casi; 168,6 nuovi casi ogni 100.000; un aumento del 24%), Filippine (36 706 nuovi casi; 33,5 nuovi casi ogni 100.000; una diminuzione del 5%), e Giappone (13 314 nuovi casi; 10,5 nuovi casi ogni 100.000; un aumento del 22%).

Il numero più alto di nuovi decessi è stato segnalato dalle Filippine (753 nuovi decessi; 0,7 nuovi decessi ogni 100.000; una diminuzione dell'8%), Malesia (633 nuovi decessi; 2,0 nuovi decessi ogni 100.000; un aumento del 15%) e Cambogia (185 nuovi decessi; 1,1 nuovi decessi ogni 100.000; un aumento del 7%).

Casi di Covid nell'ovest pacifico

Fonte: WHO, COVID-19 Weekly Epidemiological Update Edition 48, published 13 July 2021

Trovi questo articolo interessante? Condividilo sui social
Progettazione e sviluppo a cura di TECNASOFT