MOSQUIRIX, il vaccino contro la malaria approvato da OMS

Data pubblicazione: 07/10/2021
Categoria: Ultime notizie - Autore: Staff Ambimed

MOSQUIRIX, il vaccino contro la malaria approvato da OMS

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha raccomandato l’uso del primo vaccino contro la malaria. Il vaccino RTS-S, noto anche come Mosquirix, è stato sviluppato dalla società farmaceutica GlaxoSmithKline (GSK) ed è stato somministrato a più di 800.000 bambini in Ghana, Kenya e Malawi dall'inizio del 2019 in uno studio pilota.

Sebbene il vaccino abbia un'efficacia limitata, prevenendo il 39% dei casi di malaria e il 29% dei casi di malaria grave tra i bambini, uno studio condotto dalla London School of Hygiene & Tropical Medicine (LSHTM) ha rilevato che la somministrazione contestuale su pazienti pediatrici di RTS-S e dei farmaci antimalarici si registra una riduzione del 70% dei ricoveri ospedalieri o dei decessi.

“Ho iniziato la mia carriera come ricercatore sulla malaria e sognavo il giorno in cui avremmo avuto un vaccino efficace contro questa antica e terribile malattia. E oggi è quel giorno, un giorno storico. Oggi l'OMS raccomanda l'ampio uso del primo vaccino contro la malaria al mondo", ha affermato il direttore generale dell'OMS, il dottor Tedros Adhanom Ghebreyesus in una conferenza stampa a Ginevra.

"L'utilizzo di questo vaccino in aggiunta agli strumenti esistenti per prevenire la malaria potrebbe salvare decine di migliaia di giovani vite ogni anno. È sicuro, riduce significativamente la malaria grave e pericolosa per la vita e stimiamo che sia altamente conveniente”.

Ha aggiunto: “La malaria è con noi da millenni e il sogno di un vaccino contro la malaria è stato un sogno a lungo tenuto ma irraggiungibile. Oggi, il vaccino contro la malaria RTS-S, in preparazione da oltre 30 anni, cambia il corso della storia della salute pubblica. Abbiamo ancora una strada molto lunga da percorrere ma questo è un lungo passo su quella strada".

Il professor Sir Brian Greenwood dell'LSHTM ha dichiarato: “Il vaccino RTS-S non fornisce una protezione completa, ma questa decisione testimonia l'impulso e la visione della comunità sanitaria globale di trovare una via da seguire. Come parte di un approccio su misura, ha un grande potenziale per ridurre la morte e le malattie nelle aree ad alto carico, specialmente se combinato con altri interventi come la chemioprevenzione stagionale della malaria e le zanzariere, ed essere un enorme impulso agli sforzi per il controllo della malaria”.

Fonte:

Trovi questo articolo interessante? Condividilo sui social
Progettazione e sviluppo a cura di TECNASOFT