Vaccino a mRNA-Covid 19 nelle donne in gravidanza

Data pubblicazione: 08/02/2021
Categoria: Covid-19 - Autore: Staff Ambimed

Vaccino a mRNA-Covid 19 nelle donne in gravidanza

Attualmente sono disponibili pochi dati sulla sicurezza dei vaccini mRNA COVID-19

Sulla base delle attuali conoscenze, gli esperti ritengono che sia improbabile che i vaccini a mRNA rappresentino un rischio per la donna gravida o il feto dato che tali vaccini a mRNA non sono vivi attenuati.

L'mRNA nel vaccino viene infatti degradato rapidamente dai normali processi cellulari e non entra nel nucleo della cellula. 

Tuttavia, i potenziali rischi dei vaccini a mRNA per la gestante e il feto non sono noti poiché questi vaccini non sono stati studiati su persone in gravidanza. Dagli studi sui ratti con il vaccino Moderna Covid 19, non sono emersi rischi sul profilo della sicurezza del vaccino prima o durante la gestazione in termini di riproduzione femminile, sviluppo fetale / embrionale o sviluppo postnatale.

Se le donne gravide rientrano in una fascia di rischio (es. personale sanitario) possono scegliere di essere vaccinate attraverso una valutazione multidimensionale che comprende:

  • l’indice di trasmissione;
  • il rischio del paziente di contrarre COVID-19;
  • i rischi di COVID-19 per il paziente e potenziali rischi per il feto;
  • l'efficacia del vaccino, gli effetti collaterali del vaccino e la mancanza di dati sul vaccino durante la gravidanza. 

Gli effetti collaterali attesi dalla vaccinazione per le donne gravide possono esseri considerati simili ai soggetti non in gravidanza. Alla comparsa della febbre o altri sintomi post-vaccinazione può essere consigliato l’uso del paracetamolo.

Una donna vaccinata con vaccino mRNA-Covid19 non necessita di posticipare un’eventuale gravidanza.
 

Allattamento

Per l’allattamento non ci sono dati sulla sicurezza dei vaccini COVID-19 nelle donne che allattano o sugli effetti dei vaccini mRNA COVID-19 sul bambino allattato.

I vaccini a mRNA non sono considerati un rischio per il bambino.

Una persona che allatta che fa parte di un gruppo a cui è stato raccomandato di ricevere un vaccino COVID-19 (ad esempio, il personale sanitario) può scegliere di essere vaccinato.

 

Bibliografia:

Interim Clinical Considerations for Use of mRNA COVID-19 Vaccines Currently Authorized in the United States.  National Center for Immunization and Respiratory Diseases. CDC.

Trovi questo articolo interessante? Condividilo sui social
Progettazione e sviluppo a cura di TECNASOFT