Redazionale

In Vietnam i casi Dengue sono quintuplicati rispetto all’anno scorso

Data pubblicazione: 22/11/2022
Categoria: Alert sanitari - Autore: Staff Ambimed

In Vietnam i casi Dengue sono quintuplicati rispetto all’anno scorso

Secondo il Ministero della Salute del Vietnam, dall'inizio dell'anno 2022 fino al 15 novembre sono stati segnalati 303.637 casi di febbre dengue, tra cui 112 decessi.

Rispetto allo stesso periodo del 2021, i casi segnalati sono aumentati di ben 4,9 volte, e i decessi sono aumentati di 88.

Hanoi, la capitale, dall'inizio dell'anno al 4 novembre, ha registrato 10.716 casi, di cui 12 morti; il numero di casi è aumentato di 3,5 volte rispetto allo stesso periodo nel 2021.

Il numero dei casi dengue è salito notevolmente nelle ultime settimane: all'inizio di settembre 2022, il numero di casi era compreso tra 500 e 700 casi/settimana, entro la fine di ottobre 2022 sono stati registrati 1.200-1.400 casi/settimana.

Di fronte allo sviluppo dell'epidemia di febbre dengue, il Dipartimento della Salute di Hanoi ha raccomandato di:

  • Svuotare o coprire tutti i contenitori d'acqua per evitare che le zanzare entrino e depongano le uova;
  • Dormire sotto le zanzariere, indossare abiti lunghi per prevenire le punture di zanzare anche di giorno;
  • Coordinarsi attivamente con il settore sanitario per la bonifica delle aree;
  • Se dovessero svilupparsi sintomi con febbre, rivolgersi ad una struttura medica.

La Dengue

La dengue è una malattia virale causata da un virus della famiglia Flaviviridae e ci sono quattro distinti, ma strettamente correlati, sierotipi del virus che causano la dengue (DENV-1, DENV-2, DENV-3 e DENV-4). Il virus è trasmesso all'uomo dalle zanzare femmine principalmente della specie Aedes aegypti e, in misura minore, Ae. albopictus, le stesse zanzare vettori di chikungunya, febbre gialla e virus Zika. La dengue è diffusa in tutti i tropici, con variazioni locali del rischio influenzate dai parametri climatici e da fattori sociali e ambientali.

La dengue provoca un ampio spettro sintomatologico che può variare da malattie subcliniche a gravi sintomi simil-influenzali, dove si stima che 1 su 4 infezioni siano sintomatiche. Sebbene meno comuni, alcune persone sviluppano una dengue chiamata severa, grave, che può portare a complicazioni associate a gravi emorragie, danni d'organo o perdite di plasma.

Non esiste un trattamento specifico per la febbre dengue.  A seconda delle manifestazioni cliniche e di altre circostanze, i pazienti possono essere gestiti a domicilio, indirizzati per la gestione ospedaliera o richiedere un trattamento di emergenza.

Fonte:

World Health Organization;  Outbreaknewstoday

Trovi questo articolo interessante? Condividilo sui social
Progettazione e sviluppo a cura di TECNASOFT