Ricordiamo la fine del vaiolo, possibile grazie al vaccino

Data pubblicazione: 23/12/2019
Categoria: Ultime notizie - Autore: Beatrice Formenti

Ricordiamo la fine del vaiolo, possibile grazie al vaccino
il 13 Dicembre l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha commemorato il 40 ° anniversario dell'eradicazione del vaiolo, riconoscendo il momento storico del 9 dicembre 1979.
 
"Il mondo e tutti i suoi popoli hanno vinto la libertà dal vaiolo", una frase che segna la fine di un flagello che ha colpito milioni di persone per migliaia di anni.
Il direttore generale dell'OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus ha dichiarato: “Oggi il vaiolo è l'unica malattia umana mai sradicata, una testimonianza di ciò che possiamo ottenere quando tutte le nazioni lavorare insieme. Quando si tratta di malattie epidemiche, abbiamo una responsabilità condivisa e un destino condiviso. Con questa targa commemoriamo gli eroi di tutto il mondo che si sono riuniti per combattere il vaiolo e hanno lavorato per proteggere le generazioni future ".

Il vaiolo è stato endemico per almeno 3000 anni, causando oltre 300 milioni di vittime solo nel 20 ° secolo. L'ultimo caso segnalato di malattia è stato in Somalia nel 1977.

Il successo del programma di eradicazione del vaiolo ha prodotto conoscenze e strumenti vitali nel campo della sorveglianza delle malattie, i benefici della vaccinazione ad anello e l'importanza della promozione della salute nella lotta contro malattie come la poliomielite e il virus Ebola. Ha anche gettato le basi per programmi di immunizzazione nazionali più forti in tutto il mondo, sostenendo la creazione di assistenza sanitaria di base in molti paesi e dando slancio alla copertura sanitaria universale.

Commemorando il successo passato, l'OMS e i partner sottolineano la necessità di continuare la lotta contro la poliomielite e altre malattie e accelerare gli investimenti nella sicurezza sanitaria globale.
Trovi questo articolo interessante? Condividilo sui social
Progettazione e sviluppo a cura di TECNASOFT