Messico Bandiera della Messico

Cartina geografica della Messico
  • Nome Paese Messico
  • Fuso Orario -7 rispetto all’Italia
  • Moneta Peso messicano (MXN)
  • Lingua Ufficiale Spagnolo
  • Capitale Città del Messico

AGGIORNAMENTO COVID-19

Situazione relativa al 06/10/2020

Su tutto il territorio sono attive specifiche misure anti Covid e alcune aree rimangono tutt’ora in lockdown. Il paese è stato suddiviso dalle autorità nazionali in quattro categorie (rossa/arancione/gialla/verde) in base al numero dei contagi. Le disposizioni variano a seconda della categoria di appartenenza del singolo stato.

All’arrivo i passeggeri sono sottoposti a screening sanitario, i risultati stabiliranno se sarà necessaria la quarantena.

I voli diretti da e per l’Italia sono momentaneamente sospesi.

Gli spostamenti dall’Italia sono consentiti solo per precise motivazioni (lavoro, salute o studio, assoluta urgenza, rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza), i viaggi per turismo non sono consentiti. In Italia i passeggeri di ritorno dal Messico dovranno compilare un'auto dichiarazione che riporti la motivazione del rientro, osservare l’auto isolamento fiduciario e sottoporsi a sorveglianza sanitaria. La propria destinazione finale sarà raggiungibile solo con mezzo privato.

I mezzi di trasporto pubblico sono operativi.

Bar e ristoranti sono operativi, in alcuni stati solo con la formula take-away, in altri a capacità limitata.

Le attività commerciali non essenziali e le attrazioni turistiche sono chiuse nelle zone rosse; in quelle arancioni hanno capacità ridotta.

In alcuni degli stati federali è obbligatorio l’utilizzo della mascherina.

Territorio, clima e sicurezza

Il Messico è uno stato federale; confina a nord con gli Stati Uniti e si sviluppa nella parte sud dell’America Settentrionale includendo una piccola parte dell’America Centrale nel suo confine sud-est con il Belize e il Guatemala. I versanti est ed ovest sono bagnati dal Golfo del Messico e dall’Oceano Pacifico che a nord si insinua nella profonda insenatura formata dalla penisola della Bassa California. La grande maggioranza del territorio messicano è posto a più di 1.000 mt sul livello del mare. Longitudinalmente è percorso dalle catene della Sierra Madre Orientale ed Occidentale e lungo la costa sud dalla Sierra Madre del Sud. L’area racchiusa da questi sistemi montuosi è un altopiano che supera i 2.000 mt nella zona centrale e che decresce verso est e verso nord, dove al confine con gli Stati Uniti, prende un aspetto arido e desertico. La zona sud del paese, dall’Oceano Pacifico sino alla parte meridionale del Golfo del Messico, è occupata da un insieme di rilievi vulcanici tra i più estesi al mondo che rende il paese uno dei più instabili della terra. Tutta la costa orientale è lineare e pianeggiante sino alla penisola dello Yucatan, caratterizzato dal litorale basso e da acque poco profonde. La costa occidentale ha invece carattere roccioso nella parte sud e ospita varie insenature occupate da porti e centri abitati.

Il Messico è caratterizzato da un clima tropicale e sub tropicale benchè i valori termici siano notevolmente influenzati dai rilievi e dalla loro altitudine. L’escursione termica aumenta procedendo verso nord e la temperatura cala all’aumentare dell’altitudine secondo una netta divisione già riconosciuta da Hernàn Cortés nel 1500. Fino ai 600/700 mt slm le temperature medie annuali superano i 22°C, nei mille metri successivi la media annua è tra i 15° e i 22°C e oltre, dai 1.700 mt in su è invece inferiore ai 15°C.  La fascia tropicale del paese è investita dall’aria umida del Golfo del Messico; in tutto il periodo estivo si generano abbondanti piogge che possono prendere pieghe disastrose sottoforma di cicloni soprattutto nelle pianure costiere affacciate sul Golfo, quelle meridionali e occidentali sono più riparate e l’incidenza dei cicloni è meno violenta. L’inverno è la stagione più arida: sul versante orientale possono arrivare venti settentrionali freddi e secchi che provocano gelate in pianura e sugli altipiani, la parte centrale invece è riparata dalle catene montuose di conseguenza le piogge sono scarse. Solo la zona all’estremo nord-ovest affacciata sul Pacifico (regione di Tijuana) riceve piogge invernali.

A Città del Messico è elevato l’inquinamento atmosferico soprattutto nella stagione secca da novembre a maggio.

Quali rischi corre la mia salute?

Vaccinazioni raccomandate

In tantissime aree del paese alcuni insetti portano e diffondono malattie per le quali non esiste un vaccino. È importante attuare un’attenta prevenzione attraverso profilassi comportamentale.

I casi sono numerosi, soprattutto negli insediamenti a forte emarginazione sociale delle zone costiere ma anche in località turistiche del Pacifico (particolarmente nella zona di Acapulco).

  • Chikungunya

Gli ultimi casi sono stati registrati nei distretti di: Guerrero, Oaxaca, Chiapas, Veracruz, Colima, Michoacan, Campeche, Morelos, Estado de Mexico, Jalisco, Yucatan, Nayarit, Tamaulipas, Coahuila, Baja California, Nuevo Leon, Quitana Roo e Tabasco.

  • Malaria

La malaria è presente durante tutto l’anno ma con modesti casi registrati nelle aree rurali, o comunque non in quelle tipicamente turistiche.

La febbre gialla non è presente nel paese a meno che non sia stata contratta all'estero, non è richiesta la vaccinazione.

 

Vaccinazioni del buon viaggiatore

Le vaccinazioni riportate di seguito sono fortemente raccomandate: queste malattie possono essere contratte in tutto il mondo. Il parere degli esperti è quello di proteggere sé stessi e chi viaggia insieme a noi sottoponendosi al relativo ciclo vaccinale per viaggiare in sicurezza riducendo al minimo le probabilità di esporsi al contagio. 

Per essere un buon viaggiatore verifica la tua copertura immunologica. Tieni sempre monitorati i nostri Alert Sanitari per avere tutte le info più aggiornate sul paese che stai per visitare.

Consigli sanitari

  • Pratica con sufficiente anticipo le vaccinazioni raccomandate.
  • Verifica di avere i farmaci di base nella tua valigia. Controlla i nostri consigli su la Farmacia del viaggiatore.
  • In viaggio prediligi il consumo di alimenti cotti e di acqua o bibite da bottiglie sigillate. Il rischio di contrarre malattie trasmissibili con il cibo (come Epatite A o Salmonellosi) è sempre presente ovunque, ma adottare un atteggiamento più prudente lontano da casa è sempre consigliabile.
  • Per evitare infezioni intestinali si raccomanda cautela in materia alimentare: non utilizzare ghiaccio nelle bevande; non consumare cibo che non offra sufficienti garanzie igieniche, anche se cotto (vedi street food); lavare sempre frutta e verdura.
  • A prescindere dal paese, in caso di rapporti sessuali occasionali vanno sempre utilizzate le dovute precauzioni. Le probabilità di contrarre malattie come HIV o AIDS, Sifilide, Gonorrea o Epatiti B, C o D, o di trasmettere un’infezione, sono notevolmente ridotte dall’utilizzo del preservativo, considerato il dispositivo medico più efficace.
  • Evita le punture di insetti, utilizza gli appositi repellenti.
  • Non trascurare l’esposizione al sole.
  • Evita di nuotare o fare il bagno in laghi e corsi d'acqua dolce.
  • Non trascurare le problematiche collegate all’altitudine.
  • Evita il contatto con animali selvatici o randagi.

Altro

Il livello delle strutture sanitarie non raggiuge quello europeo, quelle private hanno uno standard migliore. È bene segnalare che in Messico non è garantita assistenza pubblica ai cittadini stranieri. Si raccomanda pertanto ai viaggiatori di stipulare un’assicurazione sanitaria prima del viaggio, che preveda oltre alla copertura delle spese mediche anche l’eventuale rimpatrio aereo o il trasferimento in un altro Paese.

Consulenza pre-viaggio

Vedi altre schede che potrebbero interessarti

Progettazione e realizzazione del sito a cura di TECNASOFT