Indonesia Bandiera della Indonesia

Cartina geografica della Indonesia
  • Nome Paese Indonesia
  • Fuso Orario Dalle +6 alle +8 ore rispetto all’Italia
  • Moneta Rupia indonesiana
  • Lingua Ufficiale Bahasa Indonesia
  • Capitale Jakarta

AGGIORNAMENTO COVID-19

Situazione relativa al 25/08/2020

I confini dell’Indonesia sono chiusi, tutti gli spostamenti internazionali da e per il paese sono al momento sospesi.

Ai viaggiatori in arrivo è richiesto il risultato al Test PCR Covid19 eseguito nei 7 giorni precedenti; chi non lo avesse potrà effettuarlo all’arrivo e osservare la quarantena in attesa dei risultati. Tutti dovranno inoltre fornire una liberatoria con la quale, se dovesse essere necessario, si acconsenta alla messa in quarantena di 14 giorni.

Gli spostamenti dall’Italia sono consentiti solo per precise motivazioni (lavoro, salute o studio, assoluta urgenza, rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza), i viaggi per turismo non sono consentiti. In Italia i passeggeri di ritorno dall’Indonesia dovranno compilare un'auto dichiarazione che riporti la motivazione del rientro, osservare l’auto isolamento fiduciario e sottoporsi a sorveglianza sanitaria. La propria destinazione finale sarà raggiungibile solo con mezzo privato.

I mezzi di trasporto pubblico sono operativi a capacità ridotta.

I ristoranti e i bar sono aperti nel rispetto del distanziamento sociale e a capacità ridotta del 50%.

Molte attività commerciali non essenziali e attrazioni turistiche sono chiuse, ad eccezione di hotel e negozi.

L’utilizzo della mascherina è richiesto in tutti i luoghi pubblici.

Territorio, clima e sicurezza

L’Indonesia è uno stato insulare dell’Asia meridionale, conta circa 14.000 isole poste tra l’Oceano Indiano, l’Oceano Pacifico e il Mare Cinese Meridionale. Fanno parte del territorio le Grandi Isole della Sonda, peraltro le principali del paese, Sumatra, Giava, Celebes e Borneo, le Piccole Isole della Sonda (tra cui Bali e Flores), le Isole Molucche e la parte occidentale della Nuova Guinea. Questo vastissimo arcipelago si prefigura come collegamento tra il continente asiatico e quello australiano e la sua posizione nel punto di unione di diverse placche tettoniche ne fa uno dei territori più attivi dal punto di vista sismico e vulcanico. Si contano infatti più di 120 vulcani attivi, di cui un centinaio solo nell’Isola di Giava. Particolare l'andamento costiero di quest'ultima e dell’Isola di Sumatra che affacciano a sud sulla Fossa di Giava, profonda oltre 7.000 mt, e sul versante opposto nel Mare di Giava invece tocca  appena i - 70 mt.

Il clima dell’Indonesia è di tipo equatoriale a nord e sub-equatoriale nelle isole meridionali. Le temperature sono regolari durante tutto l’arco dell’anno, con escursioni termiche pressoché inesistenti. Le precipitazioni più abbondanti e frequenti ad ovest e lungo le coste si concentrano nel periodo tra ottobre e aprile.

La religione più diffusa in Indonesia è quella islamica, tra le minoranze si considerano il cristianesimo e l’induismo. La convivenza tra queste confessioni non è tuttavia priva di difficoltà, tante sono infatti le aree in cui prestare cautela e in cui è presente il rischio di azioni terroristiche di matrice religiosa.

Quali rischi corre la mia salute?

Vaccinazioni raccomandate

  • Tifo

Vaccinazione consigliata considerata la diffusione nel paese. Il principale vettore di trasmissione è il consumo di cibo o acqua, condizioni igieniche precarie ne favoriscono la diffusione.

  • Rabbia

Specialmente nell’isola di Bali molti animali (cani, gatti, scimmie ecc) sono affetti da rabbia. È difficile reperire il vaccino in loco, valutare la possibilità di eseguirlo prima della partenza a seconda del tipo di viaggio che si intende intraprendere.

Alcune malattie sono endemiche in determinate aree del sud-est asiatico, specialmente nelle zone al di sotto del 2.000 mt slm e sono più facilmente contraibili durante il periodo dei monsoni. Il vettore principale è la zanzara e non esiste un vaccino per queste malattie. È importante dunque attuare un’attenta prevenzione attraverso profilassi comportamentale.

  • Malaria

Le aree malariche endemiche sono le province orientali (East Nusa Tenggara, Maluku, North Maluku, Papua e Papua occidentale) e le aree di Lombok, Kalimantan, Sulawesi, Sumatra e Papua. È consigliata la chemioprofilassi se si prevedano lunghi soggiorni in zone rurali nel periodo monsonico.

  • Dengue

In seguito ad un alto aumento dei casi all’inizio del 2019 è stato indetto lo stato di allerta nella parte meridionale della capitale. Il vettore principale è la zanzara del tipo aedes aegypti che prolifera nelle zone umide e in presenza di acque stagnanti, soprattutto nella stagione delle piogge.

  • Zika Virus

Questa malattia, trasmessa dalla stessa zanzara responsabile della febbre Dengue, è presente nel paese e diversi casi si sono riscontrati nell’isola di Solawesi.

La febbre gialla non è normalmente presente almeno che non sia contratta all’estero. Il certificato di vaccinazione è richiesto ai viaggiatori provenienti da aree a rischio di trasmissione.

Vaccinazioni del buon viaggiatore

Vaccinazioni del buon viaggiatore

Le vaccinazioni riportate di seguito sono fortemente raccomandate: queste malattie possono essere contratte in tutto il mondo. Il parere degli esperti è quello di proteggere sé stessi e chi viaggia insieme a noi sottoponendosi al relativo ciclo vaccinale per viaggiare in sicurezza riducendo al minimo le probabilità di esporsi al contagio.

Per essere un buon viaggiatore verifica la tua copertura immunologica. Tieni sempre monitorati i nostri Alert Sanitari per avere tutte le info più aggiornate sul paese che stai per visitare.

Consigli sanitari

  • Pratica con sufficiente anticipo le vaccinazioni raccomandate.
  • Verifica di avere i farmaci di base nella tua valigia. Controlla i nostri consigli su la Farmacia del viaggiatore.
  • In viaggio prediligi il consumo di alimenti cotti e di acqua o bibite da bottiglie sigillate. Il rischio di contrarre malattie trasmissibili con il cibo (come Epatite A o Salmonellosi) è sempre presente ovunque, ma adottare un atteggiamento più prudente lontano da casa è sempre consigliabile.
  • Per evitare infezioni intestinali si raccomanda cautela in materia alimentare: non utilizzare ghiaccio nelle bevande; non consumare cibo che non offra sufficienti garanzie igieniche, anche se cotto, vedi street food; sbucciare frutta e verdura.
  • A prescindere dal paese, in caso di rapporti sessuali occasionali vanno sempre utilizzate le dovute precauzioni. Le probabilità di contrarre malattie come HIV o AIDS, Sifilide, Gonorrea o Epatiti B, C o D, o di trasmettere un’infezione, sono notevolmente ridotte dall’utilizzo del preservativo, considerato il dispositivo medico più efficace. L’Aids è fortemente diffusa.
  • Evita le punture di insetti, utilizza gli appositi repellenti.
  • Evita il contatto con animali selvatici o randagi. Si sconsigliano le visite ai tradizionali mercati degli uccelli considerato l’alto rischio di contagio da influenza aviaria (virus H5N1) che ha colpito l’Indonesia nel 2003 e che rimane tuttora presente.
  • Non trascurare il rischio di disidratazione.

Altro

Il livello delle strutture mediche pubbliche non è paragonabile a quello occidentale. Le cliniche private presenti nella capitale offrono servizi più soddisfacenti seppure a costi molto elevati solitamente da saldare in anticipo. Si raccomanda pertanto ai viaggiatori di stipulare un’assicurazione sanitaria prima del viaggio, che preveda oltre alla copertura delle spese mediche anche l’eventuale rimpatrio aereo o il trasferimento in un altro Paese.

Consulenza pre-viaggio

Vedi altre schede che potrebbero interessarti

Progettazione e realizzazione del sito a cura di TECNASOFT